CRONACA
Marche - Bancarotta fraudolenta, nove indagati e sequestri per 4 milioni
24 Novembre 2022

La Guardia di finanza della Compagnia di Fano ha eseguito un provvedimento di misura cautelare personale, che dispone il divieto di dimora nei confronti di un indagato per una serie di reati fiscali e fallimentari, nel Comune in cui hanno sede le attività imprenditoriali da lui svolte.

I militari, coordinati dalla Procura della Repubblica di Pesaro, hanno accertato il coinvolgimento, diretto ed indiretto, di numerose società e persone fisiche, nel settore tessile di lusso, in un sistema illecito congegnato ad hoc per porre in essere, in maniera reiterata e sistematica, operazioni economiche, finalizzate a svuotare il patrimonio di società decotte, sostanzialmente inattive e destinate al fallimento, a vantaggio di nuove realtà aziendali.

Le investigazioni hanno consentito di individuare l'attore principale delle condotte fraudolente - dominus di tutte le società - e tutti i componenti del sodalizio criminale, costituito tra familiari, consulenti e dipendenti, spesso attivi come meri prestanome, sodalizio che ha realizzato più condotte di bancarotta fraudolenta. dei creditori, realizzando più condotte di bancarotta fraudolenta.
    Sono stati distratti o dissipati beni per circa 4 milioni di euro e sono state inadempiute obbligazioni tributarie e previdenziali, per le quali è stato eseguito un sequestro preventivo per equivalente, per l'importo di circa 47mila euro, corrispondente alle contribuzioni non versate.

Pubblicità
Ultime notizie