CRONACA
Marche - La droga arriva da Roma nascosta nel reggiseno di una tunisina: arrestato anche il complice ucraino
26 Novembre 2022

Quasi mezzo chilo di droga fra eroina e cocaina, trasportata in treno da Roma e nascosta nel reggiseno di una tunisina di 32 anni.

Lo stupefacente era destinato alla piazza di Ancona in vista delle festività natalizie.

A stoppare il carico sono stati gli agenti della Squadra Mobile di Ancona, sezione antidroga, dopo un'attività investigativa che ha portato giovedì all'arresto di un ucraino del 1998 e della 32enne tunisina per detenzione ai fini di spaccio.

Sono stati sequestrati 4 etti e mezzo tra cocaina ed eroina (circa un etto e mezzo di cocaina e tre etti di eroina).

 

Da giorni gli investigatori della Squadra mobile stavano indagando sul giovane ucraino residente ad Ancona, che riceveva lo stupefacente da una spacciatrice tunisina proveniente da Roma, arrivando nel capoluogo marchigiano in treno.

Giovedì pomeriggio, dopo l’ennesimo mirato servizio di appostamento svolto presso il suddetto scalo, gli agenti dell’antidroga hanno individuato la donna scesa dal treno e subito salita a bordo dell’auto guidata all'ucraino.

La macchina è stata bloccata dagli agenti in via De Gasperi, in quanto la polizia ha intuito che il conducente ucraino, accortosi dei poliziotti, stesse iniziando una fuga con la sua autovettura che avrebbe messo in pericolo anche la circolazione stradale. Una volta bloccata la Nissan, gli occupanti si sono chiusi dentro l’abitacolo per evitare il controllo, ma gli agenti sono riusciti ugualmente ad aprire l’autovettura e farli uscire con non poche difficoltà.

La perquisizione personale ha consentito di trovare, nascosti, nelle coppe del reggiseno della donna, due involucri: uno contenente circa un etto e mezzo di cocaina e l’altro contenete circa tre etti di eroina, nonché due fogli manoscritti (tra cui uno con scritto “compiti delle vacanze”) con indicati cifre e pesi compatibili con i quantitativi di stupefacente in argomento, nell’ordine di circa 80mila euro. La droga tagliata avrebbe raggiunto il peso di oltre 1 kg. Infatti, lo stupefacente sequestrato, di altissima purezza, nell’ordine dell’80/90%, una volta tagliato, avrebbe raggiunto il peso di oltre un chilogrammo che, nel mercato locale, avrebbe fruttato circa 80mila euro. L'uomo e la donna sono stati arrestati e portati nei carceri di Montacuto e di Villa Fastiggi, a disposizione dell’autorità giudiziaria: ieri la convalida dell'arresto e la misura cautelare in carcere.

Pubblicità
Ultime notizie