POLITICA
Ucraina, lo sdegno dell'Agenzia Onu per i rifugiati: "Discriminate persone di colore in fuga"
21 Marzo 2022

"Se sono sicuramente commosso dalla manifestazione di sostegno a cui abbiamo assistito da parte dei paesi e delle comunità ospitanti, devo anche dire -che siamo stati anche testimoni della inaccettabile realtà affrontata da alcune persone di colore in fuga dall'Ucraina - e da altre guerre e conflitti in tutto il mondo - che non hanno ricevuto lo stesso trattamento dei rifugiati ucraini. Hanno riferito di episodi inquietanti di discriminazione, violenza e razzismo. Questi atti di discriminazione sono inaccettabili, e stiamo usando tutti i nostri canali e risorse per assicurarci che tutte le persone siano protette allo stesso modo". 

A dirlo è Filippo Grandi, Alto Commissario delle Nazioni Unite per i Rifugiati.

 

"Possiamo - e dobbiamo - elogiare la solidarietà, ma anche condannare risolutamente gli atti di discriminazione e di pregiudizio. Possiamo respingere le azioni che minacciano i nostri valori fondamentali o privano gli altri dei loro diritti umani fondamentali, mentre continuiamo a riconoscere e imparare dai nostri stessi pregiudizi. L'anti-razzismo significa identificare e opporsi attivamente al razzismo e alla discriminazione razziale. Oggi - e ogni giorno - invito tutti noi ad alzare la voce contro le politiche, le pratiche e i comportamenti che escludono: possiamo tutti far progredire i nostri percorsi personali e collettivi verso l'antirazzismo. Non ci riusciremo ogni volta, ma manterremo l'impegno a fare meglio e a rimanere umili e aperti. Spero che vi unirete a noi, poiché è richiesto lo sforzo di tutti noi, insieme", conclude Grandi.

Pubblicità
Ultime notizie