SPORT
Para un rigore, ma mentre esulta si accascia e muore a 25 anni
13 Febbraio 2023

Ha parato un rigore, l’esultanza, poi si è accasciato a terra e non si è più ripreso. È morto così Arne Espeel, il portiere 25enne della squadra Winkel Sport B, che giocava in casa contro l'SK Westrozebeke, valevole per la seconda serie provinciale belga, nelle Fiandre occidentali a Sint-Eloois-Winkel. 

La tragedia si è consumata sul campo di calcio del torneo. Il Winkel Sport B stava vincendo due a uno, quando gli ospiti ricevono un rigore in favore. La tragedia avviene proprio in quel momento. Espeel para il rigore e salva la sua squadra ma, a un tratto, ha accusato un malore ed è caduto in terra. 

Gli altri calciatori hanno continuato a giocare e non si sono accorti che cosa stesse succedendo ma quando il portiere ha iniziato a tremare ecco che subito sono entrati i sanitari. I soccorritori hanno tentato di rianimare il giovane portiere, anche con l’utilizzo del defibrillatore ma l'arbitro ha interrotto la partita. Nulla da fare per Arne, che poco dopo è deceduto.

 

Tutto sotto gli occhi del fratello che, a venti anni, gioca nella stessa formazione di Arne. Era lì anche in quel match. Era tornato in panchina dopo settimane a causa di un infortunio. Il club di calcio ha espresso il proprio lutto attraverso un post su Facebook: “Senza parole. Tutto il club simpatizza intensamente con i vicini di WinkelSport-Officieel dopo la morte improvvisa del portiere 26enne di Winkel B, Arne Espeel. Auguriamo ai compagni di squadra, agli amici e alla famiglia e, per estensione, a tutta la comunità intorno a Winkel Sport, un'enorme quantità di forza nell'elaborare questo duro colpo”.

Pubblicità
Ultime notizie